Ortofrutta

Il Pomodoro Zebrino

Last Updated on Tuesday, 05 June 2012 09:32 Written by Administrator Monday, 21 May 2012 09:56

 

POMODORO ZEBRINO
La selezione varietale negli ortaggi offre prodotti con caratteristiche organolettiche, commerciali e salutari impensabili fino pochi anni fa. Un  ibrido di pomodoro di recente immissione in commercio è il pomodoro Zebrino, facilmente riconoscibile per le evidenti striature scure della buccia. Ottimo in tavola da consumare fresco, molto resistente alle manipolazioni ed ai trasporti e con una lunga durata dopo la raccolta, il pomodoro zebrino si caratterizza anche  per  l’elevatissimo contenuto in licopene (circa dieci volte superiore alle varietà tradizionali).

 

I Talli Di Aglio

Last Updated on Thursday, 21 July 2016 07:20 Written by Administrator Monday, 14 May 2012 13:00

I TALLI DI AGLIO DI RESIA.
La primavera è stagione di germogli, germogli di piante spontanee e germogli di ortaggi coltivati. Tra i germogli primaverili meno conosciuti ma meritevoli di maggiori attenzioni culinarie ci sono gli scapi floreali dell’aglio, chiamati anche talli. Particolarmente ricercati e gustosi in Friuli quelli di Resia. Questi germogli cilindrici spuntano al centro della pianta dell’aglio e sono destinati a portarne le infiorescenze. Le tecniche colturali  prevedono che, per rinforzare la pianta, questi cilindretti vengano asportati. Consumati freschi sono un vera delizia, profumati d’aglio, leggeri nel sapore e per nulla pesanti da digerire. Ottimi crudi in insalata, si pssono consumare anche bolliti o come ingrediente di frittate o risotti. Si possono anche conservare sott’olio  dopo  averli sbollentati con acqua e aceto.

Gli Asparagi Selvatici

Last Updated on Wednesday, 30 May 2018 08:09 Written by Administrator Monday, 30 April 2012 13:37

GLI ASPARAGI SELVATICI:
L'asparago selvatico (Asparagus acutifolius) è una pianta della famiglia delle Liliacee facilmente reperibile in tutto il bacino del Mediterraneo. Da noi è comune nelle zone incolte del carso. Di questa pianta, da non confondere con il pungitopo o con il luppolo, si consumano i germogli primaverili, lunghi, freschi e vigorosi. Gli asparagi selvatici hanno un aspetto molto meno invitante rispetto agli asparagi coltivati che siamo abituati a vedere ma il loro gusto, intenso tipico e  caratterizzante, ne fa un protagonista indiscusso di molte antiche ricette friulane di frittate, risotti e zuppe

 

Le Castraure Di Sant'Erasmo

Last Updated on Friday, 04 April 2014 09:37 Written by Administrator Monday, 16 April 2012 11:42

LE CASTRAURE DI SANT’ERASMO:
Da secoli in laguna di Venezia, in particolare a Sant'Erasmo, Vignole, Lio Piccolo, Malamocco, Mazzorbo, si producono carciofi di grande qualità, frutto del lavoro e della tenacia di agricoltori, che a dispetto delle mode del mercato globale, riescono a conservare antichi sapori.
Questa tradizione permane soprattutto a Sant'Erasmo, i cui terreni, consentono la coltivazione di verdure saporite tra le quali il carciofo violetto cha ha preso il nome proprio da quest'isola.
Tenero, carnoso, poco spinoso e di forma allungata, il carciofo di Sant'Erasmo ha le brattee color violetto cupo, che racchiudono un cuore dal gusto inconfondibile.
A Sant’Erasmo i primi carciofi vengono raccolti verso inizio di aprile. Questi carciofi, che vedono letteralmente impazzire i veri intenditori, sono le “castraure”, cioè il frutto apicale della pianta di carciofo che viene tagliato per primo in modo da permettere lo sviluppo di altri 18-20 carciofi laterali (botoli) altrettanto teneri e gustosi. Le castraure sono famose per il loro gusto unico e particolare, un carciofo tenerissimo che è un insieme di sapori, dal leggero sapore amarognolo, che ne esaltano l’inestimabile valore organolettico.

I Re Della Tavola di Primavera, Gli Asparagi

Last Updated on Monday, 15 June 2015 09:13 Written by Administrator Monday, 02 April 2012 12:22

 

I RE DELLA TAVOLA DI PRIMAVERA, GLI ASPARAGI

Nella tradizione friulana l’asparago tipico è bianco anche se da alcuni anni anche in Friuli si producono asparagi da consumare verdi. La differenza cromatica si riflette sul sapore ma non sulle qualità nutrizionali degli asparagi. Questi ortaggi sono davvero poco calorici - circa 25 calorie per 100 grammi - mentre hanno molta fibra, vitamina C, carotenoidi, vitamina B e sali minerali, tra i quali calcio, fosforo e potassio: mangiando 100 grammi di asparagi si assume circa il 75% della quantità quoidiana necessaria di acido folico, sostanza molto importante per la moltiplicazione delle cellule dell'organismo e per la sintesi di nuove proteine. Gli asparagi sono molto depurativi e diuretici, aiutano e eliminare il ristagno di liquidi nei tessuti e quindi ridurre la cellulite. Mangiane con parsimonia in caso di disturbi renali, di cistiti e di calcoli renali, perché contengono acido urico che può incrementare l'infezione già in atto.

 

Page 8 of 18

«StartPrev12345678910NextEnd»
Read our greengeeks review if you need a business class web hosting.