Ortofrutta

Il Fico Moro Di Caneva

Last Updated on Thursday, 22 August 2019 08:29 Written by Administrator Friday, 01 September 2017 00:00

 

IL FICO MORO DI CANEVA

In Friuli il fico è tanto comune quanto poco selezionato a livello varietale. L’unica varietà in qualche modo selezionata è il fico moro di Caneva o meglio Figomoro di Caneva. Un fico nero, caratterizzato dalla forma allungata e per questo chiamato anche lunghet (tradotto lunghetto), dalla polpa gustosa, tenera e molto dolce. Per le sue caratteristiche era già noto al tempo della Serenissima Repubblica Veneta. Privilegiarlo come abbinamento al San Daniele, con il quale condivide le caratteristiche orografiche dei terreni pedemontani, posti tra le Prealpi e la pianura Friulana, è quasi d’obbligo.

 

La Zuccchina e I Suoi Fiori

Last Updated on Monday, 23 July 2018 07:28 Written by Administrator Thursday, 21 July 2016 00:00

LA ZUCCHINA E I SUOI FIORI BELLI E BUONI

La zucca da zucchino (Cucurbita Pepo) è una delle quattro specie in cui botanicamente si divide il gruppo delle zucche. Comunissima nel nostro paese è senz’altro uno degli ortaggi più conosciuti e più consumati. Questa pianta presenta due infiorescenze, una femminile, dalla quale si sviluppa la zucchina generalmente consumata, ed una maschile destinata unicamente all’impollinazione. Il fiore maschile di questa pianta, riconoscibile per le maggiori dimensioni e per la lunghezza dello stelo, pur non producendo frutti, è in realtà una vera prelibatezza culinaria. Pulito accuratamente da possibili insetti impollinatori che talvolta vi si annidano è ottimo pastellato e fritto, oppure saltato velocemente in padella per la preparazione di pastasciutte o come base per la preparazione di squisite frittate o di gustosi risotti.

Albicocca Il Frutto Con Il Nome Sbagliato

Last Updated on Saturday, 25 June 2016 07:47 Written by Administrator Wednesday, 08 June 2016 00:00

 

ALBICOCCA FRUTTO DAL NOME CERTAMENTE…. SBAGLIATO

Sono molte le piante che hanno nel nome scientifico l’indicazione della loro origine.  All’albicocca, il cui nome è Prunus Armeniaca secondo Linneo o Armeniaca Vulgaris secondo Lamarck, si attribuiva l’origine in Armenia. Nulla di più sbagliato. Quando alcuni botanici andarono nel paese caucasico per approfondire le origini di questo gustoso frutto non trovarono traccia di albicocche selvatiche. L’albicocco allo stato spontaneo venne trovato invece sulle montagne della capitale della Cina dove era già conosciuto almeno 3 mila anni prima di Cristo. Da quel momento tutti concordarono che l’albicocco è una pianta originaria della Cina e del rapporto fra Armenia e albicocca rimase solo il nome.  

 

Il Cardo e il Natale Friulano

Last Updated on Tuesday, 29 December 2015 08:14 Written by Administrator Wednesday, 09 December 2015 00:00

 

IL CARDO E IL NATALE FRIULANO:

Il cardo, ortaggio oggi noto grazie alle produzioni di altre regioni d’Italia, è in realtà una verdura che un tempo veniva coltivata diffusamente anche nella nostra regione. Erano molte le famiglie friulane che nell’orto piantavano qualche cardo per consumarlo proprio in occasione del Natale. Oggi da noi sono rimasti pochi produttori, capaci però  di produrre cardi di ottima qualità, con le coste grosse e bianche, requisiti essenziali per avere un prodotto dal gusto inimitabile.

Funghi Ovoli

Last Updated on Saturday, 12 September 2015 07:14 Written by Administrator Saturday, 05 September 2015 10:43

L'Amanita Caesarea, volgarmente conosciuta come ovolo buono, è uno dei più apprezzati e ricercati funghi commestibili. Allo stato giovanile è ottimo consumato anche crudo, condito su letto di rucola e scaglie di grana. Al contrario di molte specie fungine che necessitano di umidità elevata, questa specie predilige un clima secco ed è per questo che è relativamente comune in alcune zone del meridione d'Italia.
La sua prelibatezza indusse gli antichi romani a definirlo "Cibo degli Dei" ed a tutelare i boschi in cui si riproduceva. Tra i funghi commercializzati, sempre presso i venditori in possesso di regolare autorizzazione, è senz'altro il più pregiato e nello stesso tempo anche quello che merita maggiori attenzioni. Allo stadio giovanile in cui è chiuso nel velo è molto simile al suo fratello Amanita Fhalloides, tra i funghi più velenosi delle nostre zone. L'ovolo buono però è riconoscibile per il colore sempre arancio del cappello anche se rinchiuso nella volva. E' questo il motivo per cui troviamo spesso in vendita ovoli con un taglio da coltello nella parte superiore del cappello 

 

 

Page 2 of 18

«StartPrev12345678910NextEnd»
Read our greengeeks review if you need a business class web hosting.